La storia del Rock Deluxe

LA STORIA DEL ROCK DELUXE

FLEXUS

di e con

Gianluca Magnani: voce, chitarre elettriche, chitarre acustiche 

Daniele Frignone: basso elettrico, cori 

Enrico Sartori: batteria, drum machine

Silvia Testoni: voce

Alessandro Pivetti: piano e tastiere

DOMENICA 14 GENNAIO 2018 ore 17.00

Ingresso intero 10€ ridotto 8€ 

“Cause trumps like us, baby we were born to run”
(Born to run, Bruce Springsteen, 1975)

Dopo il successo dello scorso anno, tornano i Flexus e ci regalano la seconda parte della storia del rock integrata con brani appartenenti ai due periodi ed eseguiti con un rinforzo della band, aumentando gli effetti di spettacolarità pur senza perdere il carattere di esecuzione-lezione sui grandi interpreti del rock.

La fine degli anni ’60 aveva portato anche un senso di profonda disillusione nei giovani e le morti improvvise di molti artisti avevano svelato la faccia più scura del rock. Sembra quasi la fine di un’epoca ma il rock rinasce rivendicando le proprie radici musicali e diventando ancora più aggressivo e “rumoso” con gruppi come Led Zeppelin e Deep Purple.
Il percorso si sviluppa affrontando il glam rock di David Bowie e Queen e lo sviluppo di generi colti e sperimentali come la musica progressiva. Dall’America nasce, di riflesso, il fenomeno del punk che trova terra fertile soprattutto in Inghilterra con band come Sex Pistols, Clash capaci di esprimere il malcontento di un’intera generazione di giovani ragazzi inglesi. Si prosegue con i Police, U2, Bob Marley e arrivando a raccontare le storie dei reduci della guerra del Vietnam cantati in quella “Born in the U.S.A.” che nel 1984 consacra Springsteen come eroe universale del rock americano.

SEGUI L'EVENTO SU FACEBOOK

Con la collaborazione di

Comune di Sant'Ilario d'Enza